Le Muse: “un sogno realizzato, sarà una fucina di giovani talenti” 11 ottobre 2014

Set / 03

Le Muse: “un sogno realizzato, sarà una fucina di giovani talenti” 11 ottobre 2014

/

 

LIVORNO CRONACA

Accademia dello spettacolo a Piombino: “un sogno realizzato, sarà una fucina di giovani talenti”

 

Parla la fondatrice Gianna Martorella.

“Una docente potrebbe essere Fioretta Mari, noto personaggio del mondo dello spettacolo”

 

Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2014

 Gianna Martorella

Livorno (Piombino), 11 ottobre 2014 –  “L’ACCADEMIA è un sogno che si realizza”. Gianna Martorella conduttrice ed imitatrice piombinese, inizia così a raccontare questo suo nuovo progetto. Siamo andati nella sede dell’associazione Le Muse – temporanea – ma pur sempre accogliente e funzionale che si trova al Phalesia. “Ci hanno dato un ufficio, due sale, un’aula è senza dubbio per noi un bel punto di partenza – ci racconta – e l’ambiente mi ricorda un po’ la trasmissione di Pippo Baudo del 1990 “Gran Premio”, era una sorta di campus. Così me la immagino io l’Accademia arte e spettacolo”. E l’avvio ufficiale è previsto per gennaio. “Stiamo lavorando a ritmi serrati, il fulcro, il perno intorno al quale gira tutto il progetto è il maestro Fio Zanotti. Con lui è iniziato il percorso” ci dice Gianna Martorella. Altri due nomi di spessore artistico che potrebbero essere parte integrante del progetto: Marco Vito e Fioretta Mari. Con Vito, vocal coach a “Ti lascio una canzone” e “The voice of Italy” alcune settimane fa è stato organizzato uno stage audizione. “E’ andata benissimo, c’è stata una grande affluenza di pubblico. Marco ha una grande capacità di comunicare, usa lo stesso linguaggio dei giovani. È un grande artista. Per questo mio progetto sto cercando di circondarmi di persone, personaggi, colleghi, amici, professionisti seri e validi che hanno fatto la gavetta, come me”. E un’altra docente potrebbe essere Fioretta Mari noto personaggio del mondo dello spettacolo dalle grandi doti comunicative che domenica 19 ottobre dalle 10.30 alle 19 al Phalesia terrà uno stage audizione. “Senza dubbio l’Accademia è un progetto ambizioso – conferma Gianna Martorella – che non va in conflitto e non si sovrappone con il lavoro svolto dalle associazioni culturali e musicali del territorio e che ha come obiettivo fondamentale formare i giovani talenti. Quando verrà il loro momento devono essere pronti, avere basi solide. Vogliamo offrire loro una possibilità”. Un vero e proprio laboratorio teso a valorizzare le varie arti partendo dal canto e dalla musica, ma che si svilupperà con percorsi simili anche per altre discipline. Un progetto culturale di alta levatura che sta cercando il supporto di privati per aiutare l’associazione dal punto di vista economico. Un’iniziativa che si rivolge ai giovani talenti sparsi ovunque in Italia, un’Accademia che può diventare un’opportunità per Piombino, per il territorio, un valore aggiunto.

 

Maila Papi

VUOI PARLARE CON NOI?